Progetto P.I.P.P.I., l'8 novembre si terrà la conferenza stampa di restituzione dei risultati

3' di lettura 07/11/2022 - Si è concluso il ciclo di sei incontri del dispositivo “Gruppo genitori”, realizzati nell’Ambito del Progetto P.I.P.P.I., avviato il 14 Febbraio 2022, che persegue la finalità di innovare e uniformare le pratiche di intervento nei confronti delle famiglie in situazione di vulnerabilità al fine di prevenire il rischio di maltrattamento ed il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare, rivolto a 10 famiglie residenti nei Comuni di Trani e Bisceglie.

P.I.P.P.I., il cui acronimo si ispira alla resilienza di Pippi Calzelunghe come metafora della forza dei bambini nell’affrontare le situazioni avverse della vita, è il risultato di un innovativo paradigma di azione pubblica, avviato nel 2011, tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il LabRIEF (Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare) del Dipartimento FiSPPA dell’Università di Padova.

Gli incontri, partiti a giugno e conclusi lo scorso 5 ottobre, sono stati tenuti dalla pedagogista Cinzia Ponticelli in collaborazione con il Servizio di Assistenza Domiciliare Educativa, gestito dall’A.T.I. Cooperative Shalom – Vivere Insieme, i cui educatori hanno partecipato attivamente fornendo supporto delle famiglie durante gli incontri.

Questi incontri sono stati orientati al dialogo e alla relazione, con gli altri genitori e con i propri figli; i genitori, infatti, hanno avuto modo di riflettere assieme sul proprio ruolo educativo all’interno della famiglia. I bambini, invece, sono stati coinvolti creando setting positivi e costruttivi in cui favorire il dialogo, la relazione, il confronto e anche la maggiore conoscenza reciproca tra genitori e figli; con situazioni accattivanti, come circle time, giochi, tecniche artistiche, disegni, letture animate, racconti, scrittura creativa, tecniche corporee (mindfulness, respiro consapevole, visualizzazioni guidate, rilassamento progressivo, danzarmonia.

Adulti e bambini sono stati accompagnati in un percorso per imparare ad analizzare, gestire, riconoscere le 5 emozioni primarie, permettendo ai bambini di esprimersi liberamente ed ai propri genitori di riscoprire lati peculiari dei propri figli. Grande il coinvolgimento di tutti, partecipando al “gioco” senza remore, in un clima disteso, di apertura e confronto. Un dialogo costruttivo, volto ad acquisire nuova consapevolezza. Il lavoro ha raggiunto l’obiettivo prefissato: il gruppo è riuscito nel difficile lavoro “sospensione del giudizio”, impegnandosi nell’ascolto e nel reciproco sostegno.

L'Ambito Trani-Bisceglie, da sempre impegnato ad attivare tutti gli interventi necessari per sostenere la permanenza dei minori in famiglia, è tra le realtà nazionali che hanno intrapreso questo approccio, che, se darà i risultati auspicati in termini di miglioramento delle competenze genitoriali, potrà fornire indicazioni ed esempi concreti di buone prassi anche nella collaborazione tra servizi e scuola.

A chiusura del progetto, martedì 8 novembre 2022 alle ore 11, si terrà una conferenza stampa per la restituzione dei risultati raggiunti con la sperimentazione di P.I.P.P.I. presso la sala Tamborrino del Comune di Trani. Relazioneranno il dirigente dell’Ufficio di Piano, le assessore dei Comuni di Trani e Bisceglie, le coach del progetto per i Comuni di Trani e Bisceglie, la coordinatrice del servizio gestito dalle Cooperative Sociali Shalom e Vivere Insieme e la formatrice dei gruppi di famiglie, Cinzia Ponticelli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2022 alle 12:20 sul giornale del 08 novembre 2022 - 6 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dA1h





logoEV